21
set

Esempi

Written by Cloro. Posted in cultura, Media, Mondo, Politica


ragazze iraniane che rivendicano la parità di genere


bacio saffico di due anonime olgettine during the bunga bunga party

Trovo repellente occuparmi, anche solo interessarmi delle vicende di corruzione e di sesso di Berlusconi. Ma, a monte di tutto, come madre di una 19enne, mi convinco che sia un pessimo esempio, non tanto lui, il viveur, ma tutto il contorno di faccendieri e papponi. Se non ne siete convinti vedete cio’: non è il solito video di pettegolezzi e berciate alla travaglio.

E sopratttutto il pessimo esempio perdavero (della serie: ‘ste notizie demotivano proprio a studiare. Poi, certo, devi avere poca voglia di studiare pregressa…)che è un attentato alla salute etologica delle nostre occidentalissime figlie, è costituito dalla torma di ragazze che vendendo cio’ che Marx chiamava “la forza-lavoro” (cioè il loro tempo e la loro forza psico-muscolare ovvero la loro “presenza fisica attiva”) ricevono abiti, gioielli, profumi, somme cospicue, pomeriggi divertenti a fare, per esempio, la gara con le macchinine nella pista privata di villa Berlusconi (una a caso).

Un’”immoralità” che ha il significato, per queste ragazze, della bella vita senza dover pulire i cessi che puo’ significare a sua volta anche la scalata sociale. Cio’ fa molto bene all’insicurezza sul futuro, per esempio, tipica delle ragazze occidentali….

Una cosa che ho notato, da insegnante, è che quando mi capita di raccontare qualcosa di attualità alle mie studentesse, in qualche modo le metto “di cattivo umore”. Alla fine per loro è meglio che parli di Luigi XIV. E infatti per lo piu’ faccio così, anche se mi sembra irreale che quello che succede succeda senza che la gente ne sappia una cippa perchè è piu’ confortevole guardare e apprezzare la TV, servizievole “cameriera” di informazioni precotte per il gregge, sul mondo.

_._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._._.
La crisi economica sta facendo affondare l’occidente, il mondo brucia. Il mondo orientale islamico è diviso ed assalito da forze armate occidentali che lo vogliono conquistare e la classe dirigente di quei luoghi è divisa e corrotta.
Forse l’unico paese che potrebbe mettersi a capo della coalizione di difesa dell’Islam dalla spartizione occidentale e’ l’Iran, che al contrario di cio’ che dice la propaganda è un paese ad alto grado di civiltà, seppure perfezionabile. Certo, l’Iran dovrebbe laicizzarsi un po’ perchè la divisione bigotta tra sunniti e sciiti è uno dei punti di forza dell’occidente reclutante “amici dei nemici”. Penso che nessun occidentale, poi, abbia il diritto di pretendere dai paesi islamici una “laicità” modulata sui significati che derivano dalla storia dell’occidente e dell’allargamento genocida dei suoi mercati e dei suoi confini. Credo anche che in quei paesi, oggi, debbono essere le donne ad aver l’ultima parola sull’Islam “politico”.

L’Iran che prendesse un orientamento politico-decisionale piu’ a misura delle donne potrebbe essere la salvezza per il mondo islamico.
E’ un paese di antichissima civiltà, molto bello e dove la gente vive serenamente (salvo gruppi giovanili di classe borghese che, viaggiando all’estero, provano le “dolcezze insanguinate” di sesso, droga, rock’n roll che da Khamenei sono bandite) con un piu’ che dignitoso sostentamento materiale in termini di beni e servizi.
Questo paese spesso è preso di mira per via di un codice penale molto indietro nell’evoluzione: per esempio in linea teorica è ancora possibile condannare qualcuno alla lapidazione.

Vi è ancora qualche norma penale ispirata alla legge del taglione, diciamo e c’è la pena di morte, come in U.S.A.
Tuttavia reputiamo l’Iran meno civile degi U.S.A. perchè di fatto quando applica la pena capitale tuttora ricorre all’impiccagione pubblica, mentre gli U.S.A. ricorrono all’iniezione letale, pratica che risponde alla cultura del positivismo: difatti è fredda e impersonale come un alambicco chimico e inoltre è pulita e non da’ luogo a visioni raccapriccianti come il cadavere impiccato che puo’ dar luogo anche ad uno sversamento dei visceri in seguito a gonfiore e peso. Il metodo di soppressione U.S.A inoltre, ammettendo al momento dell’esecuzione pochi funzionari (oltre alla famiglia dell’offeso) rispetta la privacy dell’individuo al momento della morte secondo tutti i canoni rispondenti ai pricipi dell’illuminismo europeo.

Non so come sia vivere in un paese dove l’alcool è bandito insieme a tutte le specie di droghe. So solo che nei paesi ex colonizzati, aka “l’ex terzo mondo”, l’alcool è un problema capillare piu’ di ogni altra droga. L’Iran ha sradicato il problema alla radice: con l’uso di ‘ste sostanze si rischia la pena capitale, come sopra tramite impiccagione. Una deroga alle libertà individuali che però significa una società piu’ lucida e forse piu’ felice.
In Italia, l’alcool non è proibito ed è un bel problema sociale anche qui, ma lo spinello lo è di piu’: si rischia la fine di Stefano Cucchi.

Uno dei problemi dell’Iran è quello della donne: innanzitutto se vi recate a Teheran, già in aereo vi avvertono di indossare il foulard all’arrivo. Tuttavia in Iran le donne studiano quanto vogliono, occupano anche posti prestigiosi, si scelgono liberamente il consorte, girano da sole (salvo forse in qualche sperduto paesino formato da vecchi integralisti) e ovviamente guidano. Quest’estate ho letto che a Teheran faceva caldo e dei maschi si permettevano di rimproverare le donne troppo sbracciate nel vestire. Non ho mai verificato la notizia, non so se è propaganda (come credo) o una consuetudine reale. Chi ne sapesse, sarebbe il benvenuto ad informarmene. Se così fosse sicuramente sarebbe per l’Iran un aspetto da correggere.

In ogni caso:

-è una certezza che in Iran vi siano elezioni democratiche a suffragio universale

-è una certezza che in Iran vi sia un sistema sanitario che funziona come un orologio e che ha debellato la mortalità infantile (come Cuba)

-è una certezza che in Iran non vi siano barboni,marginali ecc.. che a mio avviso sono il sintomo piu’ toccante dell’urbanizzazione squilibrata di stile americano

Il futuro dell’occidente a breve è un esercito di Umberto D.contornato da mafiosi, ruffiani, nababbi e papponi, o tutte queste cose insieme che, manovrando i media neutralizzano la maggioranza con false – e ripetute- comunicazioni, ne influenzano le reazioni per inserirla come presunto “consenso” ai progetti egemonici della borghesia (nel senso piu’ lato del termine) mondiale.

Come blogger ho osservato che l’aumento spropositato di troll e stalkers che su internet molestano thread sulla Palestina o (soprattutto) sulla guerra libica in corso, dice che la controparte cioè l’oligarchia di classe, ha aumentato le difese perchè qualcosa come un’autocoscienza si sta piano piano accendendo in larghi e variegati strati delle società globalizzate.

Tornando a papi e al troiaio: possibile che non si possa costruire qualcosa di virtuoso cambiando le prospettive di considerazione degli eventi? Nella fattispecie delle olgettine: hanno ragione loro o hanno ragione gli iraniani, che vogliono le donne coperte per tradizione? Le tradizioni sono tali perchè fan parte di un’identità collettiva per esempio gli ebrei non toccano la corrente di sabato. C’è chi segue e chi no queste prescrizioni.
In Iran, anche forse per la primitività del diritto (pubbliche impiccagioni ecc…)le seguono tutt*.

Fanno bene loro, o fanno bene i supporter dell’olgettina-style, artefici del -dionisiaco a pagamento- rito del bunga bunga, che si spogliano, esibiscono la “merce”, si mettono all’asta e, fatto l’accordo, incassano?

Questa domanda, come quella sul “colore della pelle di dio” cara al sirpersy, resterà senza risposta, finchè sarò viva.

ps ai magdiallam e a tutti gli insipienti antiislamici d’accatto, ricordo che nell’impero ottomano le sultane madri hanno avuto un grande potere fino ad aprire un dibattito tra gli storici su se si potesse parlare di periodi matriarcali. Un dibattito del genere non avrebbe senso prendendo in esame la storia dell’Europa “cristianogiudaicacattolicaortodossa”.

ps2 a Berlusconi, politicamente, non perdono, davvero, la truffa in 3d che ha messo in piedi a L’Aquila, condannando di fatto la città allo stato vegetativo. Per il resto, se il troiaio non fosse da anni ormai così capillarmente sbandierato, costituendo una causa di demotivazione in piu’ per le giovani generazioni di sesso femminile che non capiscono, in questo quadro di “puttan tour verso la vittoria”, a che serva studiare, francamente non me ne fregherebbe proprio niente.
Della presunta “impresentabilità” costituita da Berlusconi presso potenze straniere come Camerun (GB), Sarkozy (F) e Obama (USA) proprio non penso che ‘sti guerrafondai con la faccia da culo grondante emorroidi infette possano -per quel che sono- essere “piu’ presentabili” del berlusca. Poi non pretendo di avere ragione ma se non siete d’accordo potete andare a scorreggiare sul sito di magdi allam.

Penso che in quanto a discrezione, Mussolini aveva da insegnargli…forse per questo che lo nomino’ “grande dittatore”: perchè iniziava dove berlusconi non riusciva manco a finire…


Tags: , , , , , , , , ,

Commenti

  1. Anonimo scrive:

    Abbe’, una cosa chiara pero’ c’e': ogni pistone ci ha il suo cilindro senza dimenticare che in alcuni casi un pistone dispone di molti cilindri e viceversa. Io ad una donna come quella che parla nel link qui sotto ma non so mica se, cioe’, ma come fai? Certo vien voglia di tapparle la bocca in fretta, ma da disgusto, e’ laida, fa schifo, ma lurida proprio.

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=ehusOyLWgA8

    Cioe’, la bellezza e’ un valore, come dice Sgarbi, no?
    Di una cosa pero’ proprio non mi capacito ed in parte mi fa pure sentire un poco tapino che mi chiedo quasi se non e’ che sono io che no?. Ma per ben che uno abbia fame, ma dico, ma dopo la quarta, la quinta ma uno se la prende un poco a nausea, o no? Dopo un po manco sai piu’ dove lo stai cacciando e a chi, ma poi che provi?? Ma che senti? Ma pure le cose piu’ deliziose se in eccesso diventano nauseabonde. Ma come fa? Vabbe’ la pompetta, vabbe’ il viagra ma e’ la testa dico, hooo ma che ci ha nella testa? Hahhaha che schifo.  

    1. Anonimo scrive:

      si vede che il berlusca è un uomo di “grande passione” :-D

      1. Anonimo scrive:

        Si si, passione, per la “bamba” oltre che la bimba :-D

  2. Berlusconi va a puttane. E allora? Mica le ha inventate lui. C’erano ci sono sempre state ci saranno. Non ci vedo niente di male e dannoso per la società. E’ una scelta di vita. 

    Il sesso in cambio di denaro o carriera  non è una scoperta del XXI secolo e neanche di forza italia è bipartisan come lo è il nepostismo o meglio come lo ha ribatezzato Di Pietro il famiglismo quando lo hanno bacchettato per il figlio.
    La prostituzione tra l’altro non è solo un fenomeno occidentale ma pure in medio oriente ci sono  i bordelli anche nei paesi mitizzati come l’Iran dove le due lesbiche della foto che in quel paradiso penzolerebbero.E comunque tutta avrà risposta quando si saprà il colore della pella di DioA tal proposito vi consiglio questo bellissimo link che serve comunque a rilassare la mente: http://nyan.cat/

    1. Anonimo scrive:

      In questo commento nn hai torto eh…ma dico una volta UNA che non prendi una posizione polemica quando commenti cio’ che scrivo ci sarà mai?

      1. Vorrei aggiungere poi ma da quando in qua la classe politica e’ considerata d’esempio? Che io sappia mai! Qualcuno  conosce qualcuno che dice al bambino “ma si’ digli una bugia… come farebbe Berlusconi!” I politici il comportamento illecito lo tengono da una vita. Non e’ che il cittadino si comporta male perche’ i politici si comportano male. E’ il contrario, i politici fanno quel che i cittadini gli lasciano fare. La politica e’ la lente d’ingradimento di cio’ che succede nel quotidiano.

  3. Tonguessy scrive:

    Beh, mi auguro che presto tu possa parlare di Luigi XVI ed la sua corte di “mafiosi, ruffiani, nababbi e papponi” che conobbero da vicino il funzionamento della ghigliottina. Un piccolo memento che, in questo fastidioso periodo funestato da losche presenze e tristi figuri, lascia ben sperare. Per noi, mica per loro.Sulle donne: sbracciate o scosciate? Meglio il modello iraniano o quello italiano? Una bastonata sui denti o un pugno sullo stomaco? Sinceramente preferisco evitare di pormi tali domande. Anche se in canottiera ci giro volentieri d’estate. Scosciato mai. 

  4. Anonimo scrive:

    XSir Percy. Non condivido affatto il ragionamento. E non dico che non sia come descrivi tu caro Percy ma che non per tutti e’ cosi’. Almeno per me no e lo dico molto sinceramente. Amme’ e’ capitato alcune volte che ci sia stata chi ha provato ad esercitare su di me diciamo il fascino, inzomma che mostrava le zinne o le cosce o il perizoma etc..per ottenere qualcosa lavorativamente e da me ha ottenuto esattamente il contrario, insomma s’e’ bruciata/o pure le qualita’ positive. E non tutti ragionano in maniera clientelare e cercano scorciatoie e comunque chi lo fa merita d’essere punito. Ovvero, il fatto che vi sia tra la popolazione chi delinque non giustifica affatto che ci sia tra i politicanti chi fa altrettanto, questi ultimi dovrebbero rappresentare il meglio mica il peggio. A me quando capita di incrociarle certe situazioni punto i piedi, vuoi  passare davanti a me mentre siamo in fila? Ci provi? Ed io ti ci fo’ fare ‘na figura dimmerda. Pensi di intortarmi e rifilarmi cio’ che hai da vendermi cacciando fuori le zinne? Ed io ti do della troia e ti caccio a pedate. E credimi che l’ho fatto piu’ volte e ne ho fatte piangere e mi son pure preso i vaffanculo. Non ultima una sub agente che voleva infilarmi i cataloghi dei suoi prodotti dimmerda proponendo che se je facevo i fatturati vincevo una cena con lei, ma scappando s’e’ ne andata e pure quelle della seat pagine gialle, tutte donne, giovani che si presentano con continue allusioni e ammiccamenti che se ti compro lo spazio pubblicitario ma a calci in bocca che te lo compro. E non dico che io son integerrimo e non corrompibile e l’uomo migliore del mondo ma che proprio non trovo giusto essere parogonato a certa merda, echeccazzo. Ma sosterrai mica che siccome tra la popolazione c’e’ chi delinque, ladri, omicidi, troie e papponi questi debbano essere democraticamente rappresentati in parlamento? Maddai….e’ svilente.

    1. Sei l’eccezione che conferma la regola. :-D 

  5. Cloroalclero scrive:

    x Tonguessy: ho l’impressione che sia meglio protestare contro una palese e aperta politica sessista (come quella iraniana) che vivere in una pseudodemocrazia dove le donne sono di fatto piu’ deboli e disgregate, non hanno obiettivi comuni chiari e degni di nota, dove la parola “femminismo” è considerata una parolaccia che evoca delinquenza. Quando lo stato italiano mette le donne NO-TAV innocenti in galera, quando le manda in pensione tardissimo, quando taglia i servizi non fa cose migliori degli iraniani che rompono le palle sui vestiti sbracciati…è solo una prospettiva diversa…la mia idea è che le ragazze iraniane tutto sommato abbiano piu’ possibilità di rompere gli schemi della loro politica di quanti non ne abbiano le nostre, sottoposte alla bruttura e alla mercificazione dei corpi di stampo capitalistico. Loro, tutte, capiscono di avere un problema. Qui in Italia quando fai certi discorsi la maggior parte delle donne non capiscono neppure di che si parla, quando si discute di “emancipazione”. La democrazia occidentale (sempre che sia un valore, almeno quella che abbiamo) uccide le prospettive. x sirpersy: non pretendo affatto il “buon esempio” dai politici, mi piacerebbe vederlo almeno nella compagine sociale, il che non è.

  6. Anonimo scrive:

    Hooo!!! Cloro! Ci sei? Sei on line? Forza, veloce, vai qua dico, vai qua:
    http://www.giornalettismo.com/archives/150779/giulietto-chiesa-ho-querelato-paolo-attivissimo-perche-mi-perseguita/
    E’ in atto una censura di proporzioni bibliche tra i commenti di quell’articolo, ne avro’ lasciati mezza dozzina e pploff…via cassati alla velocita’ della luce, peccato solo che non ho fatto uno stamp della videata…hahahhaha…giornalettismo, dico, ma piu’ indicato non poteva essere il nome del sito hehehehe.
    Forza a chi legge, andatevi a fare due risate e magari a pigghiare un poco per culo a d’amato, che e’ il pagliaccio che ha scritto l’articolo e che magari pure sta moderando. E bada, non c’erano ne insulti ne parolacce nei miei commenti ma solo argomenti, tipo dove siano finiti i motori dei boeing dell’11 9….come chi sostiene che al pentagono ci fosse una voragine di 27 metri e io gli rispondo, si! 27 metri quadri, poco piuì di 5x5mt…dai su fatevi 4 risate hhehhehhehe. Veloci!!

    1. Cloro scrive:

      x alsalto: giornalettismo è un sito dello stesso tenore e con gli stessi argomenti di attivissimo. Ricordo quando pubblicai la storia della termite che intervennero con una spocchia davvero invereconda 

      1. Anonimo scrive:

        Si, ma e’ che sono inqualificabili proprio hahahha
        Manco cosi’ bravi a fare i debunker se vogliamo oltretutto, tant’e’ che non ci provano neppure a confrontarsi, ti kassano e stop. Io comunque di tanto in tanto passo di li e li lascio un messaggio che tanto non pubblicano chiaramente, je ne sto a dire di tutti i colori a quel belli capelli di d’amato tanto che tra un po’ leggeremo:
        Alessandro D’Amato: “Ho querelato Francesco alsalto perché mi perseguita” hahhahahhahaha :-D

  7. pedro scrive:

    nel buio generale, un poco di luce

    http://www.youtube.com/watch?v=rmM4MQc2JsI

    peccato che ‘la verità ti fa male lo so’ e siano scappati via, forse per la vergogna

      1. Avenarius scrive:

        Ovviamente il discorso era troppo articolato e, forse, leggermente irritante. Così come i rappresentanti degli “stati democratici e illuminati” sono scappati, una ”giornalista” del canale “progressista” rainews24 ha sintetizzato con una frase, con irritazione, il discorso di Ahmadinejad: “Ahmadinejad  ha ripetuto il solito refrain della negazione dell’olocausto”.

        1. Anonimo scrive:

          Solita zuppa, solito mainstream. La cosa assai triste non e’ che Ahmadinejad abbia ribadito per l’ennesima volta una verita’ da tutti verificabile e lampante davanti ad una platea in fuga, ne che venga totalmente distorto il significato del suo discorso dai media ma che pochi tra gli occidentali mai si preocuperanno di andarlo ad ascoltare con le proprie orecchie quel discorso. La verita’ la abbiamo sotto al naso, e’ che ci si ostina a guardare altrove.

  8. “Le
    Mille e una notte di Arcore”. Un omino cerca di sfangarsela – dai
    magistrati, nella fattispecie – inventando storielle a ripetizione: La
    piccola fiammiferaia Ruby, I due orfanelli tarantini, Il battello sulla
    Vitola, Ali Papa e i 40 spioni, I tre monti del milanese, Il segreto di
    bunga-bunga, Il colluttorio miracoloso di sorella Nicole, e così via. Il
    celebre compositore Apicella sta scrivendo al proposito una suite,
    intitolata Beherluscazade…

  9. sassicaia molotov scrive:

    @cloro: Ti spiace se linko il tuo post sotto l’intervista ad Ahmedinajad fatta da Larry King che ho pubblicato sul mio?

    1. Cloro scrive:

      x sassicaia, linka quel che ti pare… :-)

show
 
close
rss Follow on Twitter facebook youtube google+